Come Scegliere l’Acqua da Bere

L’acqua è fonte di vita. Una corretta e abbondante idratazione è fondamentale per il benessere di tutto il corpo. L’estate, poi, è il momento in cui l’acqua diventa protagonista indiscussa.

Tra il caldo e l’esposizione al sole, il nostro corpo ne ha bisogno più che mai. La nostra pelle e il nostro corpo hanno sete… E non di bevande troppo zuccherate, ma di pura e semplice acqua! Dobbiamo bere, bere e ancora bere. Vale su tutte la regola di bere 1,5 litri d’acqua al giorno. A cui si deve aggiungere un’ alimentazione leggera, bilanciata e ricca di frutta e verdura di stagione.

Le cellule idratate permettono allo strato più superficiale del nostro corpo di distendersi e di apparire più luminoso e sano. Il nostro corpo è rinvigorito dal sole e dalla giusta idratazione. E questo ci rende ancora più belle!

Ma quale acqua bere?

Quella del rubinetto ovviamente. Comoda, economica e soprattutto amica dell’ambiente. In Italia c’è una vera e propria passione per l’acqua in bottiglia. Sostenendo, a torto, che sia più buona e più sana di quella che esce dal rubinetto. Una convinzione errata. L’acqua di casa, non solo è buona, ma è anche più sicura dal punto di vista dei controlli di sicurezza e qualità.

Le acque imbottigliate vengono trasportate per migliaia di chilometri e poi lasciate nei magazzini per settimane, spesso non protette dal calore e dalla luce che ne possono alterare le caratteristiche originali.

Senza dimenticare, poi, che una confezione di acqua in bottiglia costa mediamente 2,40 euro, la stessa quantità di acqua del rubinetto neanche un centesimo!
Una famiglia risparmierebbe mediamente 250 euro ogni anno senza calcolare il risparmio in emissioni di CO2.

Pensiamo dunque a quale acqua consumare, con intelligenza e consapevolezza: sdoganiamo l’acqua del rubinetto, buona e genuina, e preferiamola a quella… Griffata!