Come Gestire i Capelli Ricci

I capelli più apprezzati da chi non li ha, e i più odiati da chi li porta sono i capelli ricci, e spesso questo odio-amore si scatena perché i capelli ricci non si riescono a domare.

Vediamo un po’ qualche piccolo consiglio per trattare i capelli ricci.

Prima di tutto si deve prestare attenzione al taglio: il capello riccio non deve mai essere tagliato pari, per evitare l’”effetto sfinge”;

Evitiamo anche il taglio sfilato, che svuota le punte. I capelli ricci devono essere sempre tagliate a forbice, facciamo espressamente questa richiesta al parrucchiere. Se non siamo bravissime nel mantenimento del capello, meglio avere la chioma abbastanza lunga per poter facilmente legarli in caso di bisogno;

Altro consiglio riguarda i trattamenti chimici. Il capello riccio non si presta a colorazione troppo invasive, ed è meglio optare per colorazioni più naturali possibili, e mai troppo lontane dal colore naturale del capello: la nostra chioma si rovinerebbe facilmente creando una massa ingestibile, con fusto opaco e arruffato;

Prima di passare al lavaggio, spazzoliamo i capelli ricci, di qualsiasi lunghezza, con una spazzola a setole morbide, di quelle che si usavano una volta. Lo so sembra una missione impossibile, ma dovete sapere che il capello asciutto è più resistente che bagnato, se riuscite e togliere più nodi possibili eviterete così di spezzarli sucessivamente quando li pettinerete con in conodzionante.

Passiamo ora allo shampoo. Quasi tutti i capelli ricci sono secchi, usiamo quindi uno shampoo nutriente che possiamo alternare ad uno specifico per capelli ricci. Chi ha capelli molto ricci e grossi, lamenta anche un po’ di forfora, la quale è solitamente causata da una cute secca, che fatica a respirare poiché soffocata dal capello: evitiamo lo shampoo antiforfora e utilizziamo invece un peeling per cute da fare due volte al mese; laviamo piuttosto una volta in più i capelli con uno shampoo molto nutriente.

Il condizionante deve essere in crema, più adatto a questo tipo di capello, va usato sempre e distribuito su tutta la lunghezza dei capelli che dovranno essere pettinati con un pettinone a denti larghi, fino a togliere qualsiasi nodo prima dell’ultimo risciacquo. Consiglio una maschera due volte al mese da tenere in posa dai 10 ai 20 minuti.

L’asciugatura è molto importante. Una volta sciacquati bene, avvolgiamo i capelli ricci in un asciugamano, e lasciamo che esso assorba più acqua possibile ;dopo è del tutto sconsigliato pettinare i capelli, procediamo invece direttamente a dare il finish che più preferiamo. Evitiamo mousse in caso di capelli molto secchi, e preferiamo invece trattamenti cremosi per ricci definiti o olio, distribuiamo in modo abbastanza uniforme, e asciughiamo con l’aiuto di un diffusore a velocità moderata; consiglio di non asciugare troppo le punte per evitare di arruffarle.
Per i giorni successivi allo shampoo, utilizziamo olii a volontà. Nel caso abbiamo usato una mousse, sconsiglio di applicarla ancora, basta inumidire i capelli, dare una passata di phon a freddo e i nostri capelli ricci torneranno in ordine.